Menu Completo
Cerca
Generic filters
Filtra per
downloads
convenzioni
modulistica

Procura Europea e Mandato d’Arresto Europeo – 09.02.2021

A+ A-

The European Public Prosecutor’s Office and
European Arrest Warrant procedure

Un documento della Conferenza Giovani Avvocati del Consiglio dell’Ordine di Roma,
a cura degli Avvocati
Giulia Guagliardi (IV Segretario della XL Conferenza) e
Mattia Romano (I Segretario della XLII Conferenza)

    On the 6th of February entered into force the legislative decree n. 9/2021 to adapt the national framework to the Council Regulation (EU) 2017/1939 of 12 October 2017 implementing enhanced cooperation on the  establishment of the European Public Prosecutor’s Office (EPPO). A new supranational body, based in Luxembourg, that will investigate, prosecute and bring to judgement offences affecting the EU’s financial interests. The EPPO will become operational in March 2021 and will operate across all participating EU countries on two levels: the central and the national level. The central level will supervise the investigations and prosecutions carried out at the national level by the European Delegated Prosecutors who will be located in the participating EU countries. According to Article 21(1) of the EPPO Regulation, the organisation of the work of the EPPO is governed by its internal rules of procedure.
On the same date was published the legislative decree n. 10/2021 that provides new rules regarding the European Arrest Warrant procedure.
    Il 6 febbraio è entrato in vigore il decreto legislativo n. 9/2021 volto all’adeguamento del quadro nazionale al Regolamento (EU) 2017/1939 del Consiglio, del 12 ottobre 2017, che attua una cooperazione rafforzata finalizzata all’istituzione della Procura europea (EPPO). Trattasi di un nuovo organismo sovranazionale, con sede in Lussemburgo e avente funzioni inquirenti in relazione alle fattispecie di reato lesive degli interessi finanziari dell’UE. La Procura Europea diventerà operativa nel marzo 2021 ed eserciterà le proprie funzioni in tutti i paesi dell’UE aderenti alla cooperazione rafforzata. Essa opererà su due livelli: un livello centrale ed uno nazionale. Il livello centrale supervisionerà le indagini e le azioni penali esercitate a livello nazionale dai procuratori europei delegati che avranno sede nei paesi dell’UE.
Ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, del Regolamento EU, l’organizzazione del lavoro della Procura Europea è disciplinato dal suo Regolamento Interno.
In pari data è stato pubblicato il decreto legislativo n. 10/2021 che prevede nuove regole in merito alla procedura del mandato d’arresto europeo.
La Conferenza dei Giovani Avvocati del Consiglio di Roma è presieduta dal Presidente del COA Roma Avv. Antonino Galletti, coadiuvato dai Consiglieri delegati Avv.ti Grazia Maria Gentile, Cristina Tamburro e Andrea Pontecorvo.

Pubblicazione a cura del Dipartimento Comunicazione

Guarda il video su YouTube: clicca qui oppure sull’immagine qui sotto


Fonte: Ufficio Stampa