Menu Completo
Cerca
Generic filters
Filtra per
downloads
convenzioni
modulistica

Consiglio Giudiziario – voto della componente laica contrario all’approvazione di tutti i provvedimenti della c.d. fase 2

A+ A-

ESTRATTO DAL VERBALE DELL’ADUNANZA DEL 18 GIUGNO 2020

(omissis)

 

– Il Consigliere Segretario Scialla comunica che nella seduta del Consiglio Giudiziario del 17 giugno scorso la componente laica, all’unanimità, ha votato contro l’approvazione di tutti i provvedimenti della c.d. fase 2 con le seguenti motivazioni:

– la normativa nazionale, in special modo i commi 6 e 7 dell’art.83 del D.L. 17 marzo 2020, n.18, ha affidato ai capi degli uffici giudiziari il compito di adottare le misure organizzative, anche relative alla trattazione degli affari giudiziari, necessarie per consentire il rispetto delle indicazioni igienico – sanitarie fornite dal Ministero della Salute;

– tale previsione normativa ha portato all’adozione di molteplici misure organizzative (disposizioni e protocolli) differenti nei vari uffici giudiziari e, in alcuni casi, addirittura differenti nei medesimi uffici giudiziari;

– va aggiunto, poi, che la previsione di cui alle lettere d) ed h) del suindicato comma 7 sono state foriere di provvedimenti assunti in deroga alle norme del processo per le quali vige la riserva di legge ex art. 111 Cost., regolando la trattazione delle udienze, soprattutto nella materia civile, diversamente in ciascun ufficio giudiziario (termini per il deposito di note scritte, termini per confermare la volontà di trattare l’udienza, ecc.).

Nel complesso si è delineato, quindi, un sistema che in una situazione emergenziale ha addirittura alimentato incertezze organizzative ed interpretative di cui certo il sistema giustizia non aveva bisogno.

(omissis)

Il Consiglio prende atto, condividendo l’operato della componente laica e disponendo la pubblicazione sul sito e social.


Fonte: Affari generali